Ufficio Protocollo
stampa

Responsabile
Grandoni Angela

Indirizzo
Via Aurelia 455

Orario Ricevimento

Mattina:       Dal Lunedì al Venerdì dalle 09:30 alle 12:30 
Pomeriggio:  Martedì e Giovedì dalle 15:30 alle 17:30. 



phone 0766.671502 (Ceselli Daniela)
phone 0766.671503 (Siviero Mauro)
fax 0766.671530 (Protocollo)
mail msiviero@comune.santamarinella.rm.it
mail dceselli@comune.santamarinella.rm.it
pec protocollosantamarinella@postecert.it

Presentare un documento
Se si ha la necessità di presentare ufficialmente un documento al Comune di Santa Marinella, avendo la certezza che questo sia sempre rintracciabile, si possono seguire due strade.
Ci si può recare di persona all’Ufficio del Protocollo Generale in Via Aurelia n, 455 (sede centrale) dal lunedì al venerdì dalle ore 9,30 alle ore 12,30 e il martedì e giovedì anche dalle ore 15.30 alle ore 17.30, consegnando direttamente agli addetti dell’ufficio il documento, sul quale verrà apposto un numero di protocollo, il quale servirà ad identificare ed individuare l’atto anche nelle fasi successive.
L’Ufficio rilascia ricevuta di consegna.
In alternativa, qualora non ci si trovi nella possibilità di raggiungere la sede centrale, è possibile ricorrere all’invio del documento a mezzo posta ordinaria (o raccomandata AR) oppure con PEC, nota anche come posta certificata, la quale ha di norma pieno valore legale.
L’indirizzo da utilizzare per l’invio di comunicazioni cartacee è:
Comune di Santa Marinella
Via Aurelia n, 455
00058 Santa Marinella (Rm)
 
specificando, laddove possibile, il nome dell’ufficio o del servizio al quale il documento è indirizzato. Per inviare invece un documento a mezzo PEC (posta certificata) è necessario utilizzare l’indirizzo:
 
La posta elettronica certificata (PEC) è uno strumento che permette di dare ad un messaggio di posta elettronica, lo stesso valore legale di una raccomandata con avviso di ricevimento tradizionalea patto che anche il mittente sia in possesso ed utilizzi una casella di posta certificata (PEC).
La PEC non certifica l’identità del mittente, né trasforma il messaggio in “documento informatico”, se il mittente omette di usare la propria firma digitale.


Condividi